trattare l’artrite alle mani con la magnetoterapia ecco i nostri consigli

Trattare l’artrite alle mani con la magnetoterapia: ecco i nostri consigli

Non c’è gesto più semplice e spontaneo di una stretta di mano. Le mani sono il nostro primo biglietto da visita, le nostre alleate in un gran numero di attività. Cucinare, scrivere, allacciarsi le scarpe sono solo alcuni dei piccoli gesti di cui si compone la nostra quotidianità. Giorno dopo giorno, le mani ti accompagnano in tutto: ricambia loro il favore garantendo loro le migliori cure anche in caso di artrite.

 

L’artrite alle mani, un disturbo che una volta poteva essere considerato quasi invalidante, oggi può essere trattata efficacemente, riducendo l’infiammazione e consentendoti di tornare alle tue attività. Noi di 2A Group ti forniremo tutte le informazioni utili di cui hai bisogno per curare l’artrite alle mani con la magnetoterapia.

 

Cos’è l’artrite?

Donna si tiene la mano a causa di un dolore

Ogni problema legato alla salute si affronta con un primo importante passo: la conoscenza. Cos’è, quindi l’artrite¹? Con questo termine si indica una forma di infiammazione cronica delle articolazioni, di tipo autoimmune. Può interessare articolazioni sia piccole sia grandi. Esse, una volta colpite, appaiono gonfie e tumefatte, arrivando in casi gravi perfino a deformarsi.

 

Trattandosi di una patologia autoimmune, non degenerativa, può manifestarsi in pazienti di tutte le età: infatti riguarda circa il 2% della popolazione². Inoltre, il disturbo è più diffuso tra i pazienti di sesso femminile.

 

Cos’è l’artrite alle mani?

Donna cuce

Se è vero che l’artrite riguarda le articolazioni, piccole o grandi che siano, è facile capire come possa interessare anche le nostre mani: le dita da sole presentano un gran numero di articolazioni, indispensabili per compiere molte delle nostre attività quotidiane.

 

E infatti, in caso di artrite alle mani si possono osservare sin dal principio sintomi sulle dita e sui polsi. Solitamente, il disturbo si presenta in modo simmetrico, con dolore, rigidità e tumefazione: questo perché è in atto uno stato infiammatorio a danno della membrana sinoviale (che protegge l’articolazione), innescato da processi autoimmuni. Se non trattato, esso può portare alla completa deteriorazione della struttura articolare coinvolta.

 

Artrite alle mani: quali sono le cause?

Uomo fuma in un giardino

A oggi ancora non si sa a cosa sia dovuto il processo autoimmune dell’artrite. Tuttavia, sono stati individuati alcuni fattori di rischio che rendono più probabile l’insorgere della malattia³⁴. Nei pazienti geneticamente predisposti, la risposta anomala del sistema immunitario può essere innescata da un evento ambientale.

 

Tuttavia, esistono anche fattori di rischio non di tipo genetico, a cominciare dal sesso biologico e dall’età: l’artrite è infatti più comune tra le donne, manifestandosi più frequentemente tra i 40 e i 50 anni. Anche elementi come l’obesità, il fumo, le infezioni virali o i fattori ormonali possono condizionare l’insorgere della malattia.

 

I sintomi dell’artrite alle mani

Uomo si tiene la mano a causa di un dolore

Prendersi cura delle proprie mani è importante: per questo si raccomanda di imboccare con tempestività un percorso terapeutico adeguato non appena si manifestano i primi sintomi dell’artrite. Andiamo insieme a conoscerli. 

 

Parlando nello specifico di artrite alle mani, alcune articolazioni sono più colpite di altre: si parla in particolare delle articolazioni metacarpo-falangee e interfalangee prossimali, a cui si aggiungono quelle dei polsi, sviluppandosi solitamente in modo simmetrico. Inoltre, possono essere coinvolti nel processo infiammatorio anche i tendini circostanti.

 

Come si diagnostica l’artrite?

 

Diagnosticare precocemente una patologia è sempre la soluzione migliore: in questo modo è possibile iniziare la terapia con tempestività. Nel caso dell’artrite in particolare è molto importante rallentarne lo sviluppo⁵, riducendo l’infiammazione ed evitando quindi la deformazione dell’articolazione.

 

Oggi l’artrite alle mani viene diagnosticata con l’ausilio di esami di laboratorio ed esami strumentali (in questo caso una RX alle mani): i test ti verranno prescritti dal tuo medico una volta accertata la presenza dei sintomi descritti nel paragrafo precedente.

 

Quali sono le cure per l’artrite deformante alle mani?

Donna lavora al computer

Non essendo ancora chiare le cause dell’artrite, non esiste al momento una cura definitiva. Tuttavia, sono stati individuati dei trattamenti che consentono di rallentare notevolmente il progredire della patologia e contenere l’infiammazione. Imboccare questi percorsi terapeutici con tempestività ti consentirà di salvaguardare le articolazioni più a lungo. Tra questi si ricorda anche la magnetoterapia.

 

Cos’è la magnetoterapia?

 

Oggi sono in molti a trattare l’artrite alle mani con la magnetoterapia. Questa particolare forma di terapia fisica oggi viene ampiamente utilizzata in ambito fisioterapico per via della sua bassa invasività e la sua versatilità. Ma di cosa si tratta?

 

Il nome stesso dell’approccio ci dà la risposta: questo trattamento utilizza i campi elettromagnetici allo scopo di stimolare la rigenerazione dei tessuti⁶. Le onde elettromagnetiche infatti sono in grado di interagire direttamente con le cellule, ripristinando l’equilibrio. Eseguendo la terapia a basse frequenze, si stimola l’attività biologica dei tessuti, mentre con le alte frequenze è possibile ottenere un effetto analgesico⁷.

 

La magnetoterapia per l’artrite alle mani

 

Oltre a migliorare la circolazione del sangue e a velocizzare i procedimenti di calcificazione e cicatrizzazione, la magnetoterapia ha un effetto antinfiammatorio. Ed è proprio questo ultimo fattore a venire in nostro aiuto in caso di artrite alle mani: la riduzione dell’infiammazione rallenta il processo di deteriorazione della membrana articolare.

 

Limitare o perfino eliminare il procedimento infiammatorio di natura autoimmune provocato dall’artrite significa garantire una vita più lunga alle nostre articolazioni. Se ritieni che la magnetoterapia sia il percorso di cura più adatto al tuo caso, rivolgiti al tuo medico di fiducia per maggiori informazioni.

 

Curare l’artrite alle mani con RigenAct

Dispositivo di magnetoterapia RigenAct

2A Group mette a tua disposizione uno strumento pratico, confortevole e sicuro, grazie a cui potrai curare l’artrite alle mani con la magnetoterapia direttamente a casa tua. RigenAct è il dispositivo elettromedicale per la magnetoterapia già scelto da numerosissimi pazienti proprio per via della sua semplicità di utilizzo.

 

Il nostro consulente provvederà a impostare per te i programmi di cura, così che tu possa eseguire le sessioni in autonomia, beneficiando della comodità dei suoi applicatori. Il tutto con la sicurezza garantita dalla certificazione rilasciata dal Ministero della Salute.

 

Disponibile anche in versione portatile, RigenAct ti consentirà di beneficiare del suo effetto terapeutico in ogni momento della giornata, ovunque tu sia: un modo efficace per abbreviare i tempi di recupero.

 

Ritorna ai tuoi gesti quotidiani

 

Non lasciare che l’infiammazione ti fermi: sii tu a fermarla! Trattare l’artrite alle mani con la magnetoterapia ti consentirà di tornare alle attività quotidiane nel minor tempo possibile. Torna a goderti il piacere di ogni piccolo gesto: stringi la mano a RigenAct!

 

Fonti:

  1. https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(01)06075-5/fulltext
  2. https://www.humanitas.it/malattie/artrite/
  3. https://www.upmcchianciano.it/sintomi-cause-e-diagnosi-artrite-reumatoide/
  4. https://www.aafp.org/afp/2011/1201/p1245.html
  5. https://www.issalute.it/index.php/la-salute-dalla-a-alla-z-menu/a/artrite
  6. https://www.fisioterapiaitalia.com/tecnologie/magnetoterapia/
  7. https://www.paginemediche.it/benessere/cura-e-automedicazione/magnetoterapia-come-funziona-e-quali-sono-le-controindicazioni