osteoporosi prevenzione e cura

Osteoporosi: prevenzione e cura

La prevenzione dell’osteoporosi è l’alleata giusta per chi desidera condurre una vita sempre attiva. Se ami viaggiare e trascorrere il tempo all’aria aperta, magari praticando delle attività sportive, prenderti cura delle tue ossa ti consentirà di godere molto a lungo di questi piaceri.

 

Ma come prevenire l’osteoporosi? Oggi abbiamo a disposizione molte informazioni utili e trattamenti appositi. E, dove non si riesce ad arrivare con la prevenzione, si arriva con la cura. Non mancano infatti le soluzioni terapeutiche per lenire gli effetti della patologia. Noi di 2A Group siamo a tua disposizione per accompagnarti in un viaggio che ha una sola meta: il tuo benessere.

 

Che cos’è l’osteoporosi?

Uomo dolorante a causa dell'osteoporosi

Sono molte le persone che soffrono di osteoporosi. È infatti riconosciuta come la patologia ossea più diffusa al mondo¹. Ma in cosa consiste? Questa malattia si caratterizza per alcuni fattori, ovvero:

  • una bassa densità della massa ossea;
  • il deterioramento microarchitettonico del tessuto osseo;
  • la diminuzione della resistenza ossea.

 

Si tratta quindi di una forma di degenerazione delle ossa. In quanto tale, colpisce con maggiore frequenza le persone nella terza età, soprattutto se di sesso femminile².

Si tratta in pratica in una perdita di robustezza dello scheletro. La conseguenza è un aumento del numero di fratture a danno dei pazienti, causate dalla maggiore fragilità delle ossa.

 

È chiaro quindi come questa patologia possa influenzare molto la vita di chi ne è affetto. Ed è altrettanto chiara l’importanza di prevenire l’osteoporosi. La corretta informazione viene in nostro aiuto, fornendoci gli strumenti necessari a prendere le giuste precauzioni.

 

Tipi di osteoporosi: quali sono?

Signora anziana dolorante a causa dell'osteoporosi

La prevenzione dell’osteoporosi parte innanzitutto dalla conoscenza delle sue cause. Infatti questa patologia degenerativa ossea si può differenziare in due tipologie, dette osteoporosi primaria e secondaria. Ma cosa contraddistingue i due tipi?

 

L’osteoporosi primaria è a sua volta divisibile in due tipologie, una delle quali esclusiva delle pazienti di sesso femminile: si tratta dell’osteoporosi post-menopausale³. Si tratta di un problema piuttosto diffuso tra le donne che attraversano questa particolare fase della vita – e che può essere peggiorato in presenza di fattori di rischio.

 

Gli studi medici confermano una relazione tra la carenza di estrogeni tipica della menopausa e l’insorgere dell’osteoporosi. Il calo del livello di questi particolari ormoni comporta automaticamente la riduzione delle attività che questi svolgono. Gli estrogeni infatti stimolano indirettamente la formazione dell’osso; al contrario, la loro carenza favorisce il riassorbimento osseo.

 

L’altra forma di osteoporosi primaria è legata alla terza età, quindi ai processi degenerativi tipici dell’invecchiamento.

Per quel che riguarda invece l’osteoporosi secondaria, questa è determinata soprattutto dalla presenza di altre malattie; in alternativa, può essere favorita dall’assunzione di alcuni tipi di farmaci, tra cui i cortisonici.

 

A seconda della tipologia di osteoporosi, anche le cause variano. Come abbiamo visto queste possono spaziare dai cambiamenti ormonali alle patologie predisponenti. Ma andiamo a vedere questo aspetto più nel dettaglio.

 

Fattori di rischio e cause dell’osteoporosi

Uomo dolorante a causa dell'osteoporosi

Per limitare la possibilità di contrarre una malattia, il primo importante passo è conoscerne le principali cause. Lo stesso vale naturalmente per la prevenzione dell’osteoporosi. Ponendo la giusta attenzione ad alcuni aspetti della tua vita e tenendo sotto controllo i fattori di rischio, avrai meno probabilità di sviluppare la patologia.

 

Come abbiamo visto nel paragrafo precedente, esistono vari tipi di osteoporosi. Infatti, anche le cause sono diverse. In molte circostanze la malattia si può sviluppare per via della presenza di più fattori allo stesso tempo.

 

Nel caso dell’osteoporosi post-menopausale, la causa numero uno è certamente il cambiamento dei livelli degli ormoni sessuali. Tuttavia, questo non è l’unico elemento in gioco: la carenza cronica di vitamina D e del calcio, specialmente se grave, possono predisporre alla malattia.

 

Altri importanti fattori di rischio comprendono:

  • il mancato raggiungimento del picco di massa ossea durante il periodo dello sviluppo;
  • l’elevata sedentarietà.

 

Data la natura di queste cause, possiamo capire come la prevenzione dell’osteoporosi si basi in buona parte sul consolidare delle abitudini corrette e salutari nella propria quotidianità. Dare la giusta attenzione a questi aspetti ti permetterà di vivere una vita sempre in movimento, senza la paura delle fratture.

 

Come si diagnostica l’osteoporosi?

 

A volte può capitare che, nonostante le attenzioni, la prevenzione dell’osteoporosi non sia sufficiente. Occorre quindi prestare orecchio a ogni piccolo campanello d’allarme, così da diagnosticare questo problema quanto più tempestivamente possibile.

 

L’osteoporosi è una patologia quasi del tutto asintomatica. Per questo capita che i pazienti scoprono di soffrirne in seguito a una frattura. Per evitare di ottenere una diagnosi solo dopo la rottura di un osso, è raccomandabile effettuare una valutazione in presenza di fattori di rischio. Gli esami sono consigliati soprattutto alle donne in menopausa e in generale alle persone anziane.

 

I principali strumenti diagnostici utilizzati per la diagnosi dell’osteoporosi sono⁴:

  • la radiografia, solitamente prescritta dai medici  per altri motivi, ma che può evidenziare i segni di osteopenia tipici di questa patologia;
  • la MOC, detta anche DXA e DEXA, ovvero la mineralometria ossea o densitometria ossea; si tratta dello strumento diagnostico per eccellenza per l’osteoporosi, utilizzata anche per tenere sotto controllo lo stato della patologia.

 

Linee guida per prevenire l’osteoporosi

 

La prevenzione dell’osteoporosi ti consentirà di ridurre drasticamente il rischio di contrarre la malattia. Potrai quindi goderti tutte le attività preferite senza doverti preoccupare eccessivamente delle fratture. A tale scopo è importante tenere in considerazione alcuni accorgimenti.

 

Esistono alcune linee guida valide per tutte le età. Naturalmente una dieta bilanciata è il primo passo: non trascurare in particolare di assumere calcio e vitamina D. L’attenzione all’alimentazione deve iniziare già dall’infanzia: in fase di sviluppo è importante assumere molto calcio per irrobustire le ossa!

 

Anche l’attività fisica svolge un ruolo importante, così come evitare gli eccessi e le abitudini dannose, tra cui l’abuso di alcool e di fumo.

 

Per quel che riguarda le donne in menopausa invece, un importante strumento è rappresentato gli screening medici⁵, come la mineralometria ossea. Gli esami saranno da prescrivere in particolare in presenza di fattori di rischio, tra cui la menopausa precoce e precedenti fratture da fragilità.

 

Trattare l’osteoporosi con magnetoterapia

Dispositivo di magnetoterapia RigenAct

Se, nonostante la prevenzione dell’osteoporosi, questa malattia ha finito per coinvolgere il tuo corpo, non devi considerare il tuo viaggio concluso. Oggi esistono numerosi strumenti terapeutici che possono aiutarti a star meglio e accorciare i tempi di recupero in caso di frattura: in questo caso affidati a strumenti come la magnetoterapia.

 

Come trattare le fratture da osteoporosi con la magnetoterapia

 

La magnetoterapia può ridurre il tempo di recupero necessario dopo una frattura. Inoltre, può rallentare il processo di diminuzione della massa ossea provocato dall’osteoporosi⁶.

 

2A Group ti fornisce uno strumento pratico e comodo per eseguire la magnetoterapia a domicilio: si tratta di RigenAct, il dispositivo grazie a cui potrai effettuare i tuoi trattamenti confortevolmente, in ogni situazione. RingenAct favorisce i processi riparativi dei tessuti molli e del tessuto osseo, risultando un prezioso alleato anche in caso di osteoporosi.

 

Il nostro apparecchio elettromedicale è dotato di applicatori che rispondono a ogni genere esigenza: in questo modo ogni sessione di cura sarà semplice, pratica e comoda

 

Prenditi cura delle tue ossa

 

La prevenzione dell’osteoporosi è un tema di grande importanza, che ti permetterà di condurre una vita attiva per molti anni. Non rinunciare al movimento, all’aria aperta, a viaggiare: seguendo le principali linee guida per prevenire l’osteoporosi e affidandoti ai tuoi medici di fiducia potrai ridurre i rischi.

 

E dove non arriva la prevenzione, arriviamo noi: scegli i nostri dispositivi per la magnetoterapia.

 

Fonti:

  1. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4953292/
  2. https://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/prevenzione-osteoporosi.html
  3. https://www.my-personaltrainer.it/salute/osteoporosi-menopausa.html
  4. https://www.siommms.it/come-si-diagnostica-losteoporosi/
  5. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC8801823/
  6. https://www.neomedicasiena.it/2021/01/11/osteoporosi-trattarla-con-la-magnetoterapia/